Seleziona una pagina

MY WORKS
ANDREA CIOMMIENTO

Generazione gLocale (Milano)

PERFORMANCE CON CUFFIE AUDIO WI-FI | 2017

Uno spazio pubblico, un gruppo di persone, una voce in cuffia che pone domande, istruzioni, suggerimenti. Spettatori che si muovono nello spazio. Chi sono oggi le tribù globali e locali delle città? Dove sono ora mentre tu sei qui? Quanti chilometri ti serviranno per lasciarle fuori dal tuo spazio privato? Uno spettacolo prodotto da Zona K (Milano) con il sostegno di MigrArti – Spettacolo dal Vivo (MiBac) e Comune di Milano per dare voce alle nuove generazioni delle società multietniche, con l’obiettivo di promuovere le pratiche di convivenza sostenibile e le differenze culturali. >>> Link al sito

Silent City (Matera)

OPERA COMMUNITY | 2018/2019

Silent City è un’opera lirica scritta e composta con la Comunità, un’indagine artistica attorno al concetto di Silenzio in relazione all’abitare un luogo. Il progetto rientra nel programma ufficiale di eventi di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, coprodotto da Fondazione Matera Basilicata 2019 e dalla Compagnia Teatrale l’Albero.

Silent city è un gioco temporale in cui si raccontano due generazioni, quella di ieri e quella di oggi. E’ la storia di tre ragazzi del tempo presente che in un giorno di scuola fuggono nella parte più bassa e antica della loro città, la parte più silenziosa, tra le rocce secolari. A causa di un avvenimento imprevisto i ragazzi incontreranno un bambino che non sa parlare e che chiameranno il “bambino del silenzio”. Questo bambino li condurrà all’interno di una memoria del sottosuolo: la storia della città dimenticata. Un racconto sul processo di scoperta, non solo di una città, ma di una memoria collettiva. >>> Link al sito

No Home for Cinderella (Milano)

PERFORMANCE CON CUFFIE AUDIO WI-FI | 2018

Una performance interattiva e urbana con l’uso delle cuffie audio wi-fi in cui lo spettatore è protagonista. Un format multimediale prodotto da Zona K (Milano) sulla “messa in finzione” della realtà. Nel parco divertimenti in cui si promuove la “politica della felicità” alcuni accadimenti reali sconvolgono la quotidiana vita del parco, dalle manifestazioni dei lavoratori alle invettive del senatore Sanders che nell’estate 2018 attacca l’azienda con un tweet chiedendosi come mai Disney possa avere nove miliardi di profitto mentre tre quarti dei suoi lavoratori non ha la dignità di un salario minimo fino a considerarsi “senza tetto”.  A pochi chilometri dal parco infatti è stato allestito un accampamento di tende dove a un costo minimo i lavoratori possono vivere accampati, come i superstiti di una catastrofe. Attraverso una drammaturgia audio sarà possibile attraversare questa storia in una formula inedita ed esperienziale. >>> Link al sito

Origins (Milano/Torino)

PERFORMANCE MULTIMEDIALE | 2019

Un bottone. Un giocatore. Uno schermo. ORIGINS vuole essere un racconto interattivo tra diverse discipline. Una performance multimediale che mette in relazione temi e linguaggi in una sorta di cortocircuito storico-sociale: dalle origini del videogioco alle origini dell’iGeneration. Dall’uso degli immaginari, dei codici estetici del video-game fino all’utilizzo delle nuove tecnologie che investono la società e le generazioni nate all’inizio del terzo millennio. Vorremmo quindi portare a confronto le nuove generazioni del passato con quelle del presente, attraverso l’utilizzo di un codice condiviso con un particolare approfondimento sull’uso della multimedialità all’interno dello spettacolo dal vivo.

Un percorso di creazione partecipativa che racconta le nostre origini, la nostra identità e il confronto tra generazioni. >>> Link al sito

Todo el barrio es un escenario (Barcellona)

WORKSHOP | 2019

Todo el mundo es un escenario y todos los hombres y mujeres simples actores con sus entradas y sus salidas. En la vida uno interpreta muchos personajes, escribía Shakespeare. A partir de las historias del barrio de Gràcia (Barcelona) y de sus habitantes, el laboratorio quiere ser un recorrido experiencial capaz de recoger voces, historias e imágenes para redefinir la ciudad como escena urbana y “teatro del mundo real” hecho de calles y rostros que encontramos cada día. En este laboratorio en el espacio NunArt contaremos la humanidad extendida de las plazas, de los bares, de los barrios, de las calles y los mercados. Narrar la ciudad como gimnasio de convivencia entre las personas. Un trabajo sobre la memoria común, creación colectiva, capaz de generar preguntas, conflictos, escándalos, debate colectivo sobre las cuestiones del con-vivir hoy. >>> Link al sito

Invasioni Creative (Udine)

ARTE RELAZIONALE | 2018/2019

Invasioni creative è un percorso d’arte relazionale per il quartiere popolare Aurora di Udine, meglio conosciuto come via Riccardo di Giusto, composto da un gruppo di giovani creativi che hanno a cuore la partecipazione attiva, la narrazione e l’inclusione sociale.

Un progetto sostenuto da Comune di Udine e Regione Friuli Venezia Giulia in collaborazione con realtà culturali e sociali da tutta Italia, tra cui CivicWise e Time for Africa ONLUS.

Nei mesi di giugno e luglio 2018 abbiamo realizzato laboratori di narrazione urbana che hanno visto la partecipazione di architetti, artisti, educatori e operatori sociali. Un laboratorio in cui sono state programmate esplorazioni nel quartiere, giochi interattivi e trasmissioni radiofoniche incontrando gli abitanti tramite interviste, fotografie e brevi racconti sulla vita quotidiana, ora pubblicati sui canali social web del progetto e in questa pubblicazione cartacea. >>> Link al sito

Andrea Ciommiento

Si laurea in “Tecniche Artistiche e dello Spettacolo” all’Università Ca’ Foscari (Venezia) perfezionandosi in drammaturgia e in creazione performativa alla Biennale Teatro College (Venezia) attraverso l’incontro con artisti internazionali come Roger Bernat, Agrupación Señor Serrano, Rafael Spregelburd e José Sanchis Sinisterra. Sviluppa laboratori d’arte relazionale e spettacoli di creazione partecipativa. Lavora inoltre per il Teatro Stabile di Torino come coordinatore dell’Istituto di Pratiche Teatrali diretto da Gabriele Vacis.